6 passi per completare il tuo piano aziendale

Perché un business plan?

Un obiettivo senza un piano è solo un desiderio!

Antoine de Saint-Exupery

Beccato! Hai cercato su Google “Ho bisogno di un piano aziendale?” Bene, potresti evitarlo, sì, ma gestirai la tua attività nel miglior modo possibile? Più di dieci anni fa una ricerca peer-reviewed ci aveva già dimostrato che i piani aziendali influenzano positivamente le prestazioni dell’azienda.

Il piano aziendale è la tua azienda

Come sostiene l’imprenditore seriale Rob Adams, avere un piano aziendale è ancora più importante di avere un prodotto o un servizio migliore rispetto a quello dei tuoi concorrenti!

Più del 20% delle aziende fallisce il primo anno e oltre il 50% non riesce ad arrivare al quinto (Bureau of Labor Statistics, 2021). Uno dei motivi del fallimento è proprio dovuto alla mancanza di un piano aziendale.

Perchè le imprese falliscono

Le principali ragioni per cui le imprese falliscono

Non ti demotivare alla vista di statistiche scoraggianti. Guarda al tuo piano aziendale come:

  • Una motivazione per rimanere ancorato ai tuoi obiettivi
  • La chiave per trovare e mostrare al massimo il tuo potenziale
  • Un’introduzione alla tua azienda per futuri partner e dipendenti
  • Una proposta agli investitori
  • Un’opportunità per l’adozione veloce di un mercato

Rapido e indolore

Leggeresti la trilogia de Il Signore degli Anelli più di una volta? Il tuo business plan non deve necessariamente essere un tomo, finire per diventare un sottobicchiere, o, nel migliore dei casi in un cassetto.

Più semplice e conciso manterrai il piano, più facile sarà metterlo insieme e adattarlo alle dinamiche del mercato. Una breve prospettiva (6 mesi – 1 anno) presentata in 10 pagine è più realistica e verrà letta. Devi solo completare 6 passaggi per redigere la tua versione.

Un piano B per ciascuno

Prima di immergerti nelle linee guida seguenti, fai un bel respiro. Metti da parte la calcolatrice e i dubbi. Per ora non importa se crei il business plan per te o per gli investitori. Ogni azienda è diversa. Pertanto, il tuo piano aziendale è diverso. Non c’é giusto o sbagliato. Opportunamente, c’è un framework con i must-have. Nelle sezioni seguenti, troverai gli ingredienti principali di un business plan che sia agile.

Un piano in 6 passaggi

Clicca qui sotto per scaricare il modello del piano aziendale, in modo da poter già scarabocchiare le tue note mentre continui in volata attraverso i passaggi successivi.

Raccomandiamo di iniziare con i capitoli 2-6 e di tornare al sommario in seguito. Tuttavia, agli investitori piace vedere questo riepilogo in alto. È la tua prospettiva (di vendita). L’oliva nel tuo martini. Chiunque sia interessato a fare affari con te si aspetta di assaggiare l’oliva.

1) Sommario

A che pro?

Investitori, partner, dipendenti o la grande azienda che ti acquisterà in futuro

Come una dichiarazione per te, il tuo team e la tua azienda.

Requisiti:

Attieniti ad una singola preziosa pagina.

Sottolinea i tuoi aspetti positivi, come:

  • I vantaggi di investire nella tua azienda
  • Come la tua azienda può migliorare la qualità della vita delle persone.

Completa tu quanto segue, scrivendo una sola frase per ogni parola; la tua:

MISSION

Descrive la tua idea di business e perchè la tua azienda esista, ad esempio IKEA:

Offrire un’ampia gamma di prodotti per l’arredamento della casa funzionali e ben progettati a prezzi così bassi che il maggior numero di persone possibile potrà permetterseli.

VISION

Mostra come la tua azienda contribuirà e il suo apporto nel mondo, ad esempio IKEA:

“Migliorare la vita quotidiana delle persone”

VALORE

Concentrati sulle azioni della tua mission e vision e descrivi come lasceranno il segno, ad es. IKEA:

Dando l’esempio per forza di volontà e umiltà, differenziazione, desiderio di innovazione e creatività, entusiasmo e solidarietà e consapevolezza del valore del denaro”

Suggerimento extra:

Non scoprirti troppo ma suscita interesse. Spiega con semplicità e in parole povere.

2) Descrizione dell’attività

A che pro?

Pre presentare i dettagli della tua impresa e descriverne lo scopo.

Requisiti:

  • Che cosa?
    • Il nome della tua azienda, luogo e marchio.

  • Perchè stai fondando un’azienda?
    • Scrivi le ragioni come una storia, la tua.
    • Spiega il tuo scopo, la mission e il valore aggiunto più nel dettaglio.

  • Come genererai profitto?
    • Presenta il tuo modello di business descrivendo in che modo la tua attività genererà profitto nello specifico.
    • Indica il tuo target (gruppo di persone)
    • Fornisci una panoramica della situazione attuale sul mercato.
    • Mostra quali prodotti o servizi intendi fornire, come lo intendi fare e quali sono i costi.

  • Menziona i tuoi obiettivi descrivendo:
    • Dove ti vedi tra 3-5 anni, ad esempio: Tra 3 anni miriamo ad aprire un’altra filiale in una città più grande.
    • La tua strategia d’uscita: se dovessi vendere la tua azienda, descrivi come lo faresti.

3) Organizzazione & gestione

Cultura è chi sei. Brand è cosa sei.

Michael Chernow (The Meatball Shop)

A che pro?

Per presentare i punti di forza di tutte le persone coinvolte nella tua attività. Inoltre, i punti di forza riflettono idealmente i tuoi valori fondamentali, la tua missione e i tuoi motti. Riguarda la gente che ti sta intorno. A loro, gli investitori presteranno i loro soldi.

Requisiti:

  • Struttura aziendale

Spiega la struttura e la proprietà della tua azienda. Condividi la tua attività o sei una start-up? Definisci la struttura legale della tua impresa, ad es. società a responsabilità limitata (SRL) o holding.

  • Presenta tutto lo staff

Ciò include tutte le persone coinvolte, anche quelle a cui subappalti. Scrivi i nomi, i ruoli, le esperienze e le abilità di tutti i partecipanti. Includere curricula di persone chiave (non importa se sono azionisti o meno). Visualizza la loro gerarchia in un organigramma.

Organigramma di un ristorante

Esempio di organigramma di un ristorante

Suggerimento extra:

Prenditi cura della cultura della tua azienda. La tua squadra deve venire per prima. Quando è alla base della tua missione e quindi è completamente motivata, gli estranei (clienti e nuovi arrivati) lo percepiranno immediatamente e saranno più inclini a fare affari con te.

4) Analisi di mercato

A che pro?

Il 42% delle aziende statunitensi fallisce a causa della mancanza di domanda nel mercato (CB Insights, 2019). Come usare Google Maps cercando di trovare il modo più veloce per raggiungere la stazione per non perdere l’ultimo treno, una mappa della topografia del mercato ti guiderà su cosa fare e cosa no. In questo modo, tu e coloro che leggeranno il tuo business plan saprete dove si inserisce la vostra attività.

Topografia esempio

Topografia di mercato di un chiosco di birra e gelati

Requisiti:

Crea una guida alla topografia del mercato rispondendo a queste domande:

Chi è il tuo pubblico di destinazione o il tuo prototipo di acquirente (buyer persona)?
Amanda l'acquirente

Prototipo di acquirente

Chi è la tua concorrenza?
  • Definisci chi sia
  • Descrivi cosa fanno e come risolvono lo stesso problema che stai affrontando tu
  • Trova il modo di migliorarlo
Qual’è la tua posizione?

Potrebbe essere necessario giustificare la scelta del luogo, ad esempio, può capitare di essere un altro salone di bellezza vicino a un parrucchiere esistente sulla strada principale. Definisci anche il tuo ritmo virtuale. Ad esempio, se hai un programma di allenamento online, utilizzerai YouTube e/o creerai un’app.

Suggerimento extra:

Non limitarti a copiare, concentrati su in che modo il tuo business è differente

5) Marketing & vendite

Marketing è un continuo tentare

Robin& Jesper (Best-Selling Instructors)
Semplice strategia di marketing

A che pro?

In base alla tua analisi di mercato questo capitolo ti dirà

  • Come ti posizionerai nel mercato

e

  • Come raggiungerai i tuoi clienti in modo da mantenerli

Requisiti:

Prima di tutto spiega le 7 P:

PRODOTTO

Descrivi qual è il tuo prodotto e cosa fa. Elenca le caratteristiche principali. Quali sono i vantaggi effettivi che spingeranno qualcuno a scegliere il tuo prodotto rispetto a uno dei tuoi concorrenti? Evidenzia quali problemi risolverà il tuo prodotto per i potenziali clienti. Se offri molti prodotti o servizi, dividili in categorie e descrivili qui.

Indica qui se la tua idea è brevettata e se hai un marchio o altra proprietà intellettuale da proteggere.

PREZZO

Una volta presentato il valore del tuo prodotto o servizio, è più facile giustificare i tuoi prezzi. Quale sarà il formato, ad es. canone fisso, abbonamento? Il prezzo coprirà tutti i tuoi costi (dalla produzione alla consegna)?

Quante vendite (per linea di prodotti o unità) intendi realizzare con il tuo prodotto o servizio nei prossimi mesi? Nel caso in cui la tua attività sia funzionante già da un paio di mesi, mostra i tuoi progressi qui sotto forma di un grafico delle previsioni di vendita. Continua a monitorare queste vendite.

Previsioni di vendita

Tabella delle previsioni di vendita. Sull’asse y c’è il numero di prodotti, sull’asse x il tempo, la linea tratteggiata mostra le vendite previste

PROMOZIONE

Come promuoverai il tuo prodotto o servizio? Quali canali, metodi e strumenti utilizzerai offline e online?

POSTO

Assicurati di trovarti nell’area di fornitura del tuo mercato e descrivi in dettaglio come distribuisci i tuoi prodotti ai tuoi clienti. Ad esempio, lo shopping online sarà solo con punti di consegna e ritiro, o venderai anche in un negozio nella via principale?

PACKAGING

Il disimballaggio fa parte dell’esperienza del cliente. Rendilo piacevole come allungare le gambe sul divano. I negozi a zero rifiuti sono un ottimo concetto, ma non necessariamente conveniente. L’equilibrio tra spedizioni sicure e senza interruzioni e imballaggi rispettosi dell’ambiente richiede ancora miglioramenti.

POSIZIONAMENTO

Come posizionerai il tuo prodotto o servizio nella mente dei clienti? Qui è fondamentale conoscere lo stato di consapevolezza dei tuoi clienti, ad esempio se sono:

  • Ignari (che potrebbero aver bisogno del tuo servizio o prodotto, quindi non cercano una soluzione)

  • Consapevoli del problema (sanno che hanno un problema e stanno cercando una soluzione)

  • Consapevoli della soluzione (sanno che esistono soluzioni ma non che tu ne offri una)

  • Consapevoli del prodotto (sanno che esistono soluzioni e che ne offri una, ma non sono sicuri che sia quella giusta)

  • I più consapevoli o consapevoli del marchio (sanno esattamente dove trovare la loro soluzione e non cercano oltre. Sai, questi Apple dipendenti non passerebbero mai ad un telefono Samsung).
PERSONE

Il tuo messaggio pubblicitario e il tuo marchio dovrebbero risuonare con il tuo gruppo target. Le persone comprano dalle persone.

Inoltre, fornisci una prospettiva su come vedi la tua azienda adattarsi ai cambiamenti (improvvisi) del mercato, ad es. sul mercato stanno crescendo più concorrenti e devi espandere il tuo gruppo target. L’idea qui è di rimanere flessibili e promuovere l’innovazione.

Suggerimenti extra:

Guinzaglio-ombrello
  • Non avere paura di idee un po’ folli, come il guinzaglio ombrello per cani.
  • Comprendi i tuoi clienti. Devi conoscere il tuo team e formarlo in modo che tutti siano sulla stessa pagina quando si tratta di parlare con i clienti. Puoi trovare altri suggerimenti su come trattare i tuoi clienti qui.

6) Finanze & gestione del rischio

A che pro?

Il 29% delle aziende statunitensi fallisce a causa della mancanza di risorse finanziarie (CB Insights, 2019). Una panoramica finanziaria è fondamentale per la tua sopravvivenza. Garantisce inoltre che la tua attività sia tassata correttamente. Gli investitori vogliono sapere quanto è redditizio un business. I tuoi numeri saranno la fonte della verità.

Requisiti:

  • Spiega di quanti soldi ha bisogno l’azienda
    • Annota tutte le tue spese per la tua attività (attrezzature, dipendenti, affitto, programmi, persone in outsourcing)

  • Vendite
    • Annota tutti i tuoi profitti di vendita (non le spedizioni)

  • Per quale periodo è necessario il finanziamento?
  • Per cosa usi i finanziamenti?
  • Riassumi le ipotesi fatte per questo business plan. Menziona i rischi e il loro impatto e, se sei disposto ad accettare il rischio, mitigalo o condividilo.
Documenti da aggiungere:

Bilancio economico

Bilancio economico

Illustrazione di un bilancio. Totale attività uguale passività più capitale. Il capitale è calcolato sottraendo le passività dal totale degli asset

Il bilancio mostra le tue attività totali. Queste devono eguagliare le tue passività più le azioni. Le passività sono ciò che devi legalmente a qualcuno. L’equity è qualcosa che devi in parte a qualcuno. Immagina, qualcuno guida un’Audi cabriolet vintage anni ’90 del valore di 38.000 dollari ma l’ha pagata con un prestito di 20.000. Qui, la differenza è di 18.000 USD in equity (o pensieri meno dolorosi). Un modo dettagliato per calcolare il tuo bilancio è con Excel. Per una rapida comprensione, i calcolatori di bilancio sono utili.

Rendiconto di cassa

Riassume l’intero importo di denaro in entrata e in uscita da un’azienda sotto forma di tabella. Questo comprende ogni singola spesa in dettaglio. Microsoft Office fornisce modelli per i rendiconti finanziari.

Conto profitti & perdite

Conosciuto anche come conto economico, riassume le entrate, le spese, i profitti e le perdite in un dato periodo di tempo. Ha la stessa funzione del rendiconto finanziario, in quanto ti dirà se stai facendo soldi e se puoi gestire le tue spese, ma solo spese operative e niente prestiti o fatture di carte di credito. I modelli possono essere trovati qui.

Definisci i mesi fino alla soglia di reddittività

Soglia di redditività

Esempio grafico di una soglia di redditività

È il momento in cui la tua attività non è più in perdita e quindi mostra agli investitori quanto è preziosa. Non ha senso investire in un’azienda che farà più di 1 anno di perdite prima di realizzare un profitto, giusto? Per calcolare questo punto, ci sono vari metodi online. Questo spiega come puoi farlo in Excel.

Suggerimenti extra:

1) Gli investitori non investiranno su di te se non lo hai fatto tu stesso!

Loro

  • Investono con maggiore probabilità quando altri hanno investito.
  • Eviteranno di investire se il bilancio non è chiaro o l’azienda è insolvente.

Vogliono

  • Sapere se i fondi sono utilizzati per premiare gli azionisti
  • Vedere una crescita sostenuta dell’azienda
  • Sapere il potenziale exit plan
  • Vedere il tuo business plan ben costruito

2) Panoramica dei prestiti per aziende più popolari negli Stati Uniti.

3) Tieni traccia di tutte le entrate e le spese e lasciati aiutare da un contabile

Fatto è meglio di perfetto!

Nick Amstrong (WFT Marketing)

Se ora stai pensando “questo è un sacco di lavoro”, ricordati che il Modello di Piano Aziendale di aiuterà per cominciare più facilmente.

Ora hai un piano aziendale facile da seguire che può essere cambiato rapidamente se la recessione colpisce, introduci una nuova nicchia di prodotti o acquisisci nuovi clienti.

Stai pensando di realizzare il tuo sito web? Prova questa guida passo passo.