Come scegliere un nome di dominio

Come scegliere un nome di dominio Webnode

Cos’è un nome di dominio? In breve, un nome di dominio è l’indirizzo del tuo sito web su internet. Tuttavia, c’è molto di più che dovresti sapere. Innanzitutto, il potere dei nomi di dominio va ben oltre la loro capacità di “dare un indirizzo ai siti web su internet”. In realtà, selezionare il nome di dominio giusto può avere un impatto cruciale nei termini di successo del tuo sito web e del tuo marchio.

Nome di dominio, sito web e hosting

Qual è la differenza? Questa è una domanda molto comune per chiunque stia pensando di iniziare a creare il proprio sito web. Facciamo chiarezza una volta per tutte.

• Un nome di dominio (o dominio) è una forma di indirizzo utilizzata per identificare siti web e indirizzi e-mail. Ad esempio, il nome di dominio di questo sito web è webnode.it. Identifica il sito web e consente alle persone di ritrovarlo tramite i loro browser. Se hai un account Gmail (nome@gmail.com) allora gmail.com è il nome di dominio.
• Un sito web è il prodotto finale che le persone vedono sullo schermo quando inseriscono un nome di dominio nei loro browser web. È l’insieme di pagine, immagini, file e altri dati.
• L’hosting (o host web / server web / web hosting) è il luogo in cui viene contenuto tutto il tuo sito web e da dove il tuo sito web viene “pescato” quando i visitatori desiderano accedervi. Comunemente, l’hosting è una specie di computer specializzato.

Per riassumere, un visitatore apre una finestra del proprio browser, inserisce il dominio del tuo sito web nella barra degli indirizzi, il dominio viene decodificato per stabilire a quale web hosting stia puntando. Una volta che questo è chiaro, il sito web viene visualizzato al visitatore. Puoi vedere che il nome di dominio e l’hosting raramente esistono l’uno senza l’altro. Se stai pensando di procurarti un nome di dominio, avrai anche bisogno dell’hosting. Se stai cercando una soluzione completa per il tuo sito web – piattaforma facile, design straordinario, possibilità di registrare domini e hosting inclusi – la troverai in Webnode.

Anatomia del nome di dominio

Il nome di dominio consiste in un gruppo di caratteri seguito da un punto e un’estensione.

Nome di dominio

È possibile distingue due parti del dominio, divise da un punto:

SLD (dominio di secondo livello) – questa parte può essere composta da un numero qualsiasi di caratteri alfanumerici (a-z, A-Z, 0-9) e trattini. Gli spazi non sono ammessi. Ad esempio, se la tua attività si chiama Caffè da Luigi, potresti voler rendere il tuo SLD caffedaluigi.
TLD (dominio di primo livello) – è possibile scegliere tra un numero finito di TLD. I TLD più frequenti, insieme ai loro scopi originali a cui nessuno presta più attenzione, sono: .com (tutti gli scopi commerciali), .org (organizzazioni, spesso no profit), .net (progetti di rete) , .info (universale). Oppure, in alternativa a questi domini generici, ci sono molti TLD locali / regionali, come .uk per il Regno Unito, .it per l’Italia, .de per la Germania, .pt per il Portogallo, perfetti se il tuo sito web funzionerà in una certa località. Non ci sono regole quando si sceglie un TLD, puoi scegliere quello che meglio si addice al tuo futuro sito web.

Il dominio di primo livello e il dominio di secondo livello

Importanza del nome di dominio

Indipendentemente da quello che scegli, un nome di dominio non è solo un indirizzo nel web, ma avrà un impatto diretto sul tuo sito web. Lo scopo è di ottenere il miglior dominio possibile per la propria attività. Un dominio che suoni bene, sia professionale, affidabile, facile da ricordare e comunichi qual è la tua attività. Un dominio perfetto ti dà riconoscimento, trovabilità e visibilità su Google e altri vantaggi indiretti.
Probabilmente, la maggior parte dei domini che ti vengono in mente sono già stati registrati, il che rende più difficile scegliere un nome di dominio. Dovresti concentrarti sulla scelta di un nome di dominio brandable (ovvero quello che contiene il nome del brand o marchio aziendale): il branding è essenziale per qualsiasi sito web di successo – non importa se stai scegliendo un dominio per il tuo blog, sito web personale o un dominio per il tuo negozio online. Il tuo dominio dovrebbe suonare come un marchio, essere facile da capire e da scrivere. Il dominio dovrebbe consentirti di costituire un marchio che rimarrà impresso nella mente dei visitatori affinché tornino sul tuo sito web per ulteriori informazioni.

Come registrare un nome di dominio

Se desideri registrare un nome di dominio, lo puoi fare con un registrar, società che vende l’accesso al registro di dominio centrale. Esistono centinaia di registrar di domini disponibili e i prezzi variano tra loro e in base all’estensione. Per un dominio generico ci si può aspettare un prezzo più basso rispetto a un dominio speciale alla moda o di nicchia come .cafe o .blog.
Ogni dominio può essere registrato solo una volta. Significa che una volta registrato il dominio, non è possibile registrarlo da nessuna parte fino a quando il proprietario non decide di interrompere il rinnovo della registrazione.

I nostri suggerimenti per scegliere un nome di dominio

Abbiamo scritto una lista di regole da seguire per scegliere il nome di dominio, così da evitare alcuni errori inutili:

  • Il tuo dominio deve essere disponibile.
    Ciò significa che il dominio non è registrato con nessun altro provider. Puoi verificare la disponibilità direttamente nel momento della registrazione del tuo dominio con Webnode o su Whois. Controlla anche i social media: utilizzare lo stesso nome del sito web anche nei social network aiuterà a costruire l’identità del tuo brand. I tuoi visitatori, fan e clienti ti troveranno facilmente, ovunque siano.
  • Il tuo dominio dovrebbe essere unico.
    C’è qualcuno che sta usando il dominio che vorresti scegliere? Potresti trovare disponibile quello che ti piacerebbe scegliere, ma assicurati che nessuno lo abbia registrato con un TLD diverso. Idealmente, scegli un dominio che è unico al 100%.
  • Il tuo dominio dovrebbe essere breve.
    I nomi dei siti web più famosi hanno una media di soli 6 caratteri e la lunghezza più frequente dei domini è di 11 caratteri. Naturalmente, la scelta di un dominio breve di per sé non garantisce che un sito web ottenga successo, ma i domini brevi sono domini migliori.
  • Il tuo dominio dovrebbe essere facile da scrivere e ortograficamente corretto.
    Non sai quante persone scrivono Tumbler / Flicker / Ernestandyoung invece di Tumblr / Flickr / Ernstandyoung. Queste aziende hanno deciso di acquistare anche le varianti con errori ortografici comuni per i loro domini. Prova a pronunciare il nome ad alta voce. È facile? Evita combinazioni di parole con pronuncia ambigua o difficile. Evita inoltre l’articolo definito. Almeno come prima parola in un dominio. Anche thefacebook.com più tardi è diventato Facebook.com.
  • Il dominio dovrebbe agevolare il motore di ricerca.
    Quali parole chiave le persone inseriscono nel motore di ricerca per trovare il tuo sito web? Considera di includerle nel tuo dominio, ti aiuterà nel posizionamento nei motori di ricerca. Tuttavia, un dominio di sole parole chiave potrebbe limitare il tuo marchio nell’espansione aziendale in futuro.
  • Il tuo dominio dovrebbe essere prospettivo.
    Sarà valido anche in futuro e ti piacerà lo stesso anche dopo anni? Stai scegliendo un dominio senza limiti di tempo o stai seguendo solo delle tendenze – forse – del momento?
  • Valuta il proprio nome come dominio.
    Questa opzione va bene se il tuo sito web è un blog, un podcast o un sito web personale.
  • Scegli l’estensione giusta.
    Puoi sempre andare sul generico .com, ma se operi localmente, sarà strategico registrare anche un dominio locale. Stai pianificando di espandere la tua attività oppure il tuo sito web è multilingue? Puoi registrare tutte le estensioni che desideri.
  • Evita i domini da un passato dubbioso.
    Il tuo dominio potrebbe essere stato di proprietà di qualcun altro in passato. Non è necessariamente negativo, ma è meglio controllare con Google per assicurarsi che il sito web non sia contrassegnato come spam. Per verificare se il dominio è penalizzato, puoi:
    – Utilizzare l’operatore “site:” su Google. In questo caso, se non viene trovato nulla, è un buon segno: se il dominio esisteva prima, è già stato rimosso dall’indice di Google;
    – Utilizzare la Wayback Machine per tornare indietro nel tempo e ritrovare le remote versioni del sito correlate al dominio;
    – Controlla la Cronologia Whois del dominio.
  • Lasciati ispirare dai generatori di nomi di dominio.
    Puoi creare nuove parole – è proprio questo che hanno fatto Google e Bing – oppure puoi utilizzare parole esistenti. Potrebbe esserti d’aiuto anche Thesaurus per trovare parole interessanti per il tuo marchio.
  • Cosa appare quando cerchi il nome del tuo brand su Google?
    Che tipo di risultati ottieni quando scrivi sul motore di ricerca il nome del tuo eventuale futuro dominio? Se vedi molti domini potenti, dovresti lottare per classificarti nei ranking con il solo nome: faresti meglio a sceglierne uno diverso e facile da classificare.

Riassumendo…

Per iniziare a creare un sito web (sito web personale, sito web aziendale, negozio online, blog), è necessario scegliere un nome di dominio, hosting e piattaforma del sito web che gestirà il tutto. Puoi iniziare a creare il tuo sito web facilmente e gratuitamente con Webnode e approfittare della possibilità di ottenere un dominio gratuitamente.

Suggerimento: è semplice creare un indirizzo web facile da ricordare per contenuti specifici del tuo sito web utilizzando i sotto domini. Ad esempio, puoi creare un sotto dominio per blog o e-shop sul tuo sito web accessibile all’indirizzo blog.dominio.com o eshop.dominio.com.

Ti piace questo articolo o hai qualche domanda? Facci sapere nei commenti qui sotto.