Storia di Successo – Capotreno Gio’: Trenini elettrici e plastici ferroviari

Una storia di successo non deve necessariamente rappresentare un’ascesa nel business, ma anche la gioia proveniente da una passione, da un hobby e dall’abilità di distrarre la mente dalla vita quotidiana. Abbiamo intervistato Giovanni, che ha dedicato parte del suo tempo libero alla costruzione di un plastico ferroviario per i suoi trenini elettrici. Il suo sito si chiama www.capotrenogio.it.

1. Giovanni, da dove proviene la tua passione per i trenini elettrici?

Tutto comincia dall‘infanzia, quando giocavo molto con i trenini elettrici. La mia passione è riesplosa, quando ormai quaratenne, ho trovato un vecchio trenino e ho cominciato a giocare con mia moglie e le mie due figlie.

2. E come ti è venuta in mente l’idea di avere un sito sul modellismo ferroviario?

Per dire la verità, l’idea e’ stata di mia moglie, che mi ha costruito e gestito la prima versione del mio sito. Desideravo però raggiungere una completa autonomia, e dopo vari tentativi nel mese di luglio 2012 sono finalmente riuscito a pubblicare la nuova versione del nuovo sito. Ogni giorno lo aggiorno facendo piccole modifiche e introducendo nuovi argomenti ed è diventato il mio passatempo antistress.

3. In che senso antistress?

Credo che ognuno abbia bisogno di rilassarsi. Io lavoro come consulente finanziario, gestisco gli investimenti delle famiglie e il mio hobby mi aiuta molto a distrarmi dall’attività.

4. E ti diverte più il modellismo o la creazione del sito? 🙂

Devo confessarmi, …adesso mi diverte di più la creazione del sito stesso. Ogni giorno aggiungo qualcosa di nuovo e mi piace condividere la mia passione con la gente. L’opportunità di creare un sito web si presenta come l’ideale strumento per “contagiare” il maggior numero di persone con la propria febbre creativa.

5. Mi hai detto che sei riuscito ad ottenere le prime posizioni nei motori di ricerca. Quindi ti interessa anche la parte tecnica?

In realtà, non sono molto pratico nel creare siti, ma ho imparato tanto. Quando ho creato il mio nuovo sito, ovviamente ho perso le posizioni. Però, presto ho imparato come funzionano gli Strumenti per i Webmaster, ho imparato subito ad usare le parole giuste per la ricerca, e sono riuscito a salire velocemente in testa ai maggiori motori di ricerca. Infatti sono cliccatissimo.

6. Adesso torno ancora al tuo sito. Come scegli i nuovi argomenti per attirare i visitatori?

Non ho nessun metodo speciale, ma vi svelo il mio ingrediente segreto: la semplicità: cerco di proporre un sito chiaro, completo , con un piacevole impatto visivo. Il lettore deve sentirsi a casa. Racconto l’hobby del treno dal mio punto di vista, lasciando intendere di sfogliare un diario privato di confidenze; parlo del modellismo nei suoi lati più opposti, partendo da una dimensione puramente “giochereccia” fino a un patrimonio documentale di foto e repertori d’epoca.

7. Hai conosciuto qualche persona speciale attraverso il tuo sito?

Sono già molti anni che mi dedico a questo hobby e ho conosciuto molte persone con gli stessi interessi. Con alcuni abbiamo scambiato un link, o se non hanno un sito personale, ho dedicato loro uno spazio sul mio (un open space sui loro plastici ferroviari). Posso dire che con alcuni abbiamo una collaborazione molto stretta che e’ sfociata anche in una amicizia profonda.

8. I plastici ferroviari che vediamo sul tuo sito sono incredibilmente dettagliati. Hai vinto qualche premio?

No, in realtà non ho mai partecipato a nessun concorso. Piu’ che concorsi in Italia ci sono mostre e fiere dove i plasticisti e i gruppi fermodellistici espongono il loro plastici. Ci si ritrova in queste occasioni per divertirsi, passare una giornata insieme, scambiare idee e vedere i propri lavori.

9. E per quanto riguarda il futuro, hai qualche piano per lo sviluppo del sito?

In questo momento sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti sul web, naturalmente sarà sempre in evoluzione; voglio concludere con il commento fattomi da un caro amico: L’impressione è di navigare in un sito molto dinamico, con illimitate prospettive di espansione, proprio come la costruzione di un plastico ferroviario: sai come inizia e, per quanti progetti tu possa fare, non hai idea di come diventerà!

10. E l’ultima domanda. In conclusione, è stato facile per te creare un sito?

Sì, molto facile e in breve tempo ho acquisito una capacità di gestione completamente autonoma. La vostra piattaforma è intuitiva e offre tutti gli indispensabili strumenti per allestire il sito: le idee diventano realtà in tempo reale e già in fase di apprendimento si ottengono importanti risultati. Ringrazio Webnode per la qualità del servizio.

Ringraziamo Giovanni per il tempo che ci ha dedicato. Se volete supportarlo, visitate il suo sito www.capotrenogio.it, disponibile anche in lingua inglese.

Inoltre, non dimenticare di leggere la guida su come creare un sito web aziendale.

Avete anche voi una Storia di Successo che merita di essere condivisa con gli altri? Inviateci un’e-mail!